Questo blog è gestito da un giovane fedele laico che desidera promuovere la spiritualità carmelitana. Le donne che desiderano contattare le Carmelitane di Cerreto di Sorano per chiedere informazioni sulla vocazione religiosa, possono scrivere al loro indirizzo: carmelitane@gmail.com

Visualizzazioni totali

mercoledì 4 maggio 2016

Lettera di una monaca

Pubblico una lettera che mi ha scritto una monaca del monastero di Cerreto di Sorano.


Carissimo D.,
                             da quest’angolo di mondo è facile avere una prospettiva differente, semplificata. Qui è tutto essenziale: l'azzurro del cielo, il rincorrersi delle colline e il vivere di queste sorelle con nel cuore le attese e le speranze di tutti e insieme il richiamo continuo di Dio all'uomo che spesso dimentica il suo amore. Mi trovo in compagnia di sorelle, donne attratte dall’Assoluto, trascinate dalla gioia del Vangelo verso il Dio vivente che ha cambiato la loro vita. Potrei parlare per ore di questo luogo e della vita qui. Della bellezza che si estende lontano e include la freschezza delle querce e lo scampanio del gregge. Come descrivere il fascino silente di un luogo visitato da Maria? Come raccontare il gusto di essenzialità che si assapora, l’aria di verità che si respira, il profumo di un continuo tendere all’amore che in ogni dove si spande? Come racchiudere in poche battute la percezione di una vita di fede assimilata nella continua ricerca del bene, del buono, del bello? Come narrare, senza spezzare l’armonia, l’impatto libero e liberante con le incompiutezze reciproche? È necessario che noi, da poco arrivate, odierne cercatrici di Dio, ne raccogliamo ogni goccia, ogni briciola, ogni frammento. Occorre che incarniamo lo spirito di amore a Dio nella solitudine, nel silenzio e nella preghiera, come ciascuna di loro …. Anche noi come loro, chiamate a vivere, come in anticipo, quella vita divina che San Paolo descrive nella prima lettera ai Corinzi, quando osserva: «Ora vediamo come in uno specchio, in maniera confusa; ma allora vedremo a faccia a faccia; ora conosco in modo imperfetto, ma allora conoscerò perfettamente, come anch'io sono conosciuto».(1Cor,13,12)


E la Quaresima, nuovo invito a riflettere sul senso profondo di una vita vissuta in Dio, spinge il cuore verso l’ascolto di ogni scansione di vita al Carmelo. Qui il mondo e le sue realtà appaiono in modo assai diverso da chi in esso vive: il riposo è cercato solo in Dio. Nel silenzio del monastero si trova la gioia di lodare Dio, di vivere in lui, di lui e per lui, di servire gioiosamente il Vangelo nell’offerta di sé. Solo in Dio riposa l’anima mia (Sal. 61).  Ma qui il silenzio espone il cuore al reale, nella sua nudità. Qui occorre lasciare che la grazia di Dio agisca e percorra con noi l’ordinarietà della vita …. Qui si arriva convinte che, per trovare Dio, bisogna fare salti, salire, scalare volontaristicamente ogni vetta spirituale, invece ci si ritrova a fare un salto in basso, giù per un paradossale sentiero, dove si sale scendendo. Qui la password è “vendere”: vendere autocompiacimento e acquistare debolezza; vendere il sentirsi indispensabile e comprare inutilità; vendere facili certezze e conquistare una grande povertà. Qui la vita partecipa della stabilità della croce, che è quella di Dio, del suo amore fedele. Qui la vita tende, giorno per giorno, al tesoro della gioia di un’esistenza vissuta “in positivo”, avvinta da Cristo… una vita con la luce nel cuore, incapace di sfuggire alla libertà di Dio. Così il diventare monaca richiede tempo mentre il quotidiano, colorato dalle mille sfumature della Provvidenza, continua a collocarci nel cuore della chiesa, nel servizio dell’intercessione per un mondo che, anche se forse in modo inconsapevole, ci guarda e molto si attende dalla nostra vita nascosta. (Cf. Col. 3,3).


“L'amore non consiste nel provare grandi sentimenti, ma nell'avere grande nudità e nel patire per amore di Cristo... e la croce è un peso leggero se si porta con amore. Dio stima più il patire che tutte le visioni e le consolazioni”

San Giovanni della Croce

Elenco blog personale